venerdì 1 dicembre 2017

[ITA] Cari Amici,
grazie di averci onorato della vostra partecipazione; molte opere meritavano di essere proiettate ma sono rimaste fuori solo per motivi di spazi tecnici. Speriamo di avervi con noi anche nelle prossime avventure!
[ENG] Dear Friends,
thank you for having given us the honor of your participation; many works deserved to be projected but remained out only for reasons of technical spaces. We hope to have you with us even in the coming adventures!
Cordialità/Best Regards
CFF Staff

CFF CAMPANIA FILM FESTIVAL 2017
PROGRAMMA/PROGRAM

I giorno 13.12.2017
Mattina/Morning
09.15-10.45
Bucci Mauro, Hotel Splendid, Italia
90 min
10.50-11.05
Spitilli Gianfranco, Il numero dei passi, Italia
11 min
11.10-12.00
Rini Purnaningsih Margaretha, Nature, Culture, and Humanity, Indonesia
47 min
12.10-12.40
Klapan Luka, In the Foot Step of our Ancestor, Croatia
30 min
12.45-12.57
Lafuente Estesos e del Castillo, El Tesoro, España
11.38 m.

Pomeriggio/Afternoon
15.00-15.20
Racconti fotografici
Fiore Mattia, Voices from the Jungle, Italia
Liew Vincent, The Trail, Singapore
Montenigro Ennio, Fervore Nolano, Italia
Scardozzi Chiara, Honhat, Italia
Zann Huizhen Huang, Cave Dwellers of Bamiyan, Singapore

15.30-16.00
Horn Roger, These Object, Those Memories, USA/South Africa
30 min
16.10-17.00
Gagliardi Andrea, Aria Tammorra, Italia
48.34 m.
17.10-18.00
Spanò Antonio, Inner Me, Italia
30 min
18.10-19.30
Ainouche Linda, Dreadlock Story, USA/France
123 min
19.35-20.00
Monfredini Diego, Odissea 2002, Italia
22 min

II giorno 14.12.2017
Mattina/Morning
09.05-09.30
Vinati Paolo, Futuro Prossimo, Italia
25 min
09.35-10.00
Carrozzi Monica/Viani Federica, Atlante Sentimentale, Italia
23.27 m.
10.15-10-30
Manfredi Maria, Bruno Leone – Pulcinella e Teresina, Italia
13.37 m.
10.35-10.45
Barbato Giuseppe, (E)migranti – Storie di chi va e chi viene, Italia
9.52 m.
10.50-11.45
Percivale Luca/Giacchero Flavio, Lou soun ami, Italia
51.26 m.
11.50-12.15
Gugg Giovanni, Villazzano e il suo tempio, Italia
15.04 m.
12.20-12.35
Daliotti Fabiano Giuseppe, I due leoni, Italia
14.39 m.
12.40-13.00
Amato Ferdinando, Dopo il terremoto, Italia
20 mim

Pomeriggio/Afternoon
15.00-15.20
Racconti fotografici
Fiore Mattia, Voices from the Jungle, Italia
Liew Vincent, The Trail, Singapore
Montenigro Ennio, Fervore Nolano, Italia
Scardozzi Chiara, Honhat, Italia
Zann Huizhen Huang, Cave Dwellers of Bamiyan, Singapore

15.20-16.30
Basset Jérémie, Latrodectus, France
72 min
16.35-17.55
Ismailov Rodion, Third Class Train, Azerbaijan/Russia
82 min
18.00-18-15
Lomas Alastair, Sound of Cicadas, UK
15.51 m
18.20-18.40
Luongo Valeria, La promessa, Italia/UK/Mexico
19.11 m.
18.45-20.00
Martens Emiel, Welcome to the Smiling Coast, Netherland
72 min

III giorno 15.12.2017
Mattina/Morning
09.00-09.30
Nascimben Eleonora, Nunca mas Hermanos, Italia/Mexico
27 mim
09.35-10.15
Fratini David, Dopo la primavera, Italia,
37.11 m.
10.20-11.15
Dante Emiliano, Habitat – Note personali, Italia
55.44 m.
11.20-12.40
Citoni Michele, Il futuro è troppo grande, Italia
80 min
12.40-13.00
Lewis Rhys, Listen to Britain, UK
18.33 m.

Pomeriggio/Afternoon
15.00-15.50
Tibet Eda Elif, Ballad for Syria, Turkey
47.56 m.
16.00-17.00
Haryo Sentanu Murh, The Prayer of a Bell Ringer’s Child, Indonesia
62 min
17.05-18.10
Colucci Erminia, Breaking the Chain, Italia/UK
62 min
18.15-19.20
Ismailov Rodion, My Kith and Kin, Azerbaijan/Russia
82 min
19.25-20.00
Borriello Maurizio, Faber Navalis, Italia
33.20 m.


giovedì 19 ottobre 2017

Etnografia Cortese

WORKSHOP OF VISUAL ANTHROPOLOGY
fotografia di reportage


Presentazione 24 ottobre h18.00 presso Circolo Culturale Arci “Gli Amici del Bibliofilo” 
Piazza Immacolata n°4 
San Giorgio del Sannio (BN)

Organizzato dal Circolo ARCI “Il Bibliofilo” e dall’Associazione B.R.I.O. Brillanti realtà in osservazione (la partecipazione al corso prevede tesseramento all’Arci 2017-2018– contributo tessera da versare all’atto dell’iscrizione e l’iscrizione a B.R.I.O. che è gratuita)




Il corso è rivolto a chiunque voglia approfondire la tematica della fotografia documentaria.
Il corso prevede 10 lezioni più 2 esperienze di campo ed è finalizzato a fornire ai partecipanti un adeguato bagaglio di informazioni teoriche e tecniche per poter approcciarsi alla fotografia documentaria.
Le esperienze di campo saranno decise durante il corso in base agli interessi dei partecipanti 
Gli organizzatori propongono come sunto finale la presenza ai “Carnevali dell’Irpinia”.

Il contributo di partecipazione al corso è di € 140 a persona (€ 100 per chi ha meno di 18 anni) - i costi degli spostamento e i pasti per le uscite di campo sono a carico dei partecipanti.
Il corso è riservato ad un massimo di 12 partecipanti e si attiverà solo al raggiungimento della soglia minima di 5 partecipanti.

Il 24 Ottobre alle ore 18.00 è prevista la presentazione del corso (gratuita e aperta a tutti);
è previsto un appuntamento settimanale (il martedi dalle 18.00 alle 20.00);
dopo l'ultima lezione è previsto un ulteriore incontro in prossimità dell'esperienza di campo per indicazioni logistiche.

I docenti del corso sono
Aldo Colucciello esperto di fotografia ed antropologo in collaborazione con Chiara Fierro esperta di fotografia e si avvarrà della presenza di fotografi professionisti.
Argomenti del workshop:
Fondamenti di storia e tecnica della fotografia e in particolare della fotografia
documentaria.
Che cos'è l'antropologia visiva: cenni storici, esempi e prospettive future.
Le problematiche della ricerca di campo: etica e morale. 
Fotografia e Rito / Fotografia è Rito?
I Festival della fotografia documentaria: da Intimalente al World Press Photo.
I fotografi: il caso Cristina Garcia Rodero.
Uscita di campo da concordare 
Lettura del portfolio
Incontro per direttive logistiche. 
La documentazione di campo: preparazione all'uscita. Linee guida per una corretta documentazione dell'evento
Uscita di campo da concordare 
Lettura del portfolio
Giornata conclusiva “Carnevali dell’Irpinia

Aldo Colucciello, dottore di ricerca per le discipline demoetnoantropologiche, ha insegnato presso l'università degli Studi di Macerata, presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli ed ha collaborato con le cattedre dedicate all'antropologia del Suor Orsola Benincasa e quella di Letteratura e cultura Hindi dell'Orientale di Napoli. Al momento si sta occupando di Antropologia Visiva (fotografia e documentazione video) e di documentare le tradizioni popolari della Campania e dell'area Mediterranea in comparazione alle culture altre. Collabora con il Centro di Documentazione Demologica che a breve ripartirà con l'esperienza del “Museo delle Feste”. Organizza da più di sei anni il festival di Etnografia visiva “Intima Lente” e il festival di Cortometraggi “GRAFFI” dedicato alle opere No Words Awards, quest’anno alla sua terza edizione.

info:
asso.brio@gmail.com

3398087919 (ALDO)

3492601303 (ENRICO)

martedì 18 luglio 2017

Calvi - La festa dei Sacri Cuori



 Battito… la festa dei Sacri Cuori a Calvi (BN)
Ramona Viglione
 Foto di Chiara Fierro e di Ramona Viglione ©ArchivioBrio

Nei pressi del Comune di San Giorgio del Sannio, a Calvi, il 3 e il 4 Giugno si è celebrata, la festa in onore dei Sacri Cuori di Gesù e Maria. 
Le relative statue, custodite nella chiesa  di San Gerardo Maiella, sono dei mezzo busti con il cuore ben in vista che, in occasione della processione sono trasportate a spalla fuori dalla Chiesa e lì lasciate in sosta e fatte oggetto di una caduta di petali chiamata infiorata fatta in segno di devozione e di purificazione per e della comunità tutta. 

Di solito, la statua della Madonna è portata dalle donne, mentre quella di Gesù dagli uomini. Anticipano l’uscita delle statue gli stendardi di San Gerardo, dell’associazione cattolica e del Comune. La festa dei Sacri Cuori ha introdotto come elemento caratterizzante il lancio dei petalida una gru, posta all’altezza del campanile della chiesa; i fiori sono un motivo molto ricorrente in questa festa in quanto, oltre ad essere usati per l’infiorata, sono lanciati per strada e sono presenti anche sullo stendardo di San Gerardo, Santo patrono di Calvi.


Una volta finita l’infiorata dalla piazza centrale parte la processione e lungo il corpo della stessa è possibile distinguere in ordine: gli stendardi, i bambini con il saio bianco, il parroco seguito dalla comunità e dalle statue e, infine, la banda musicale. Così la processione esce dal centro di Calvi, raggiungendo le contrade di campagna, per poi ritornare nel paese, non prima di essere passata sotto quel che rimane del Portone Mirra, unico elemento tardo medievale ancora in piedi nel centro storico. 

Il percorso continua costeggiando il lato destro dell’abitato e gira a destra camminando lungo via Campo Freddo alla volta del cimitero situato ai confini con San Giorgio del Sannio.
La processione gira su se stessa e torna indietro fino a costeggiare una chiesetta, davanti alla quale si sosta brevemente, per poi ritornare verso la chiesa madre. 
Lungo il percorso alcuni abitanti, per rendere omaggio alla presenza dei Sacri Cuori, fanno esplodere fuochi d’artificio e, prima che arrivino le statue davanti casa, fanno un’offerta buttando petali lungo il cammino. Inoltre, sin dal passato, qualche calvese adibisce dei tavoli con tovaglie bianche pregiate, come dei piccoli altarini su cui saranno poggiate le statue, “come se le si volesse far riposare”. Il tavolo obbliga la processione a fermarsi, quindi le statue sono posate su si esso e, dato che hanno la funzione dichiedere suppliche, grazie o preghiere per qualcuno o qualcosa, il prete dice un’omelia e poi il percorso può continuare. Il tavolo rappresenta inoltre il prestigio sociale della famiglia che lo pone davanti casa e sarebbe una scortesia non fermarsi. 
Nonostante nella festa ci siano quindi determinate norme, come ad esempio il percorso della processione, questo non esclude un’estrema libertà formale che ha la facoltà di immettere elementi nuovi, come testimoniato dal lancio di palloncini colorati al cielo, all’arrivo delle statue davanti a un tavolo in paese. 
La festa, operando su un piano comunitario, per i fedeli rappresenta la celebrazione della fede e dell’amore divino che simbolicamente risiede nell’organo chiamato cuore, ma anche l’occasione di creare, ribadire o riallacciare legami sociali all’interno della comunità e di mostrare il prestigio sociale; la “messa in scena” della processione, pratica tendenzialmente universalistica, che si dispiega lungo il territorio di Calvi che è, quindi, in relazione con il corpo sociale totale, che riformula status e ruoli, costruendo ordini sociali locali.
#calvi #antropologia #festa 

venerdì 9 giugno 2017

Intima Lente _ 2017







Intima Lente/Intimate Lens _ 2017

Change Dates to Present Works
The call is still open untill December 8th

Abstract [Ita] In occasione della prossima edizione di Intima Lente, B.R.I.O. ha il piacere di condividere il nuovo bando. Vedi in basso.

Abstract [Eng] On the occasion of next edition of Intimate Lens, B.R.I.O. is pleased to share the new statement. See below.


Orlando_Marallo ©ArchivioBrio

[Italiano]

ORGANIZZATO DA: Associazione B.R.I.O.
PERIODO: dal 20 al 22 Dicembre 2017
LOCATIONS:  Il Bibliofilo – San Giorgio del Sannio (BN)
I luoghi, le date e gli orari definitivi, potrebbero subire delle variazioni dopo la diffusione del bando, qualsiasi cambiamento sarà comunicato agli autori tempestivamente.

IntimaLente è una manifestazione culturale che tende a promuovere il cinema e le culture visive in tutte le sue forme, a tal fine nell’evento sono presenti sia sezioni competitive che non competitive.

SEZIONI
IL si propone di diventare la voce del cinema documentario a vocazione etnografica, ma non disdegnerà, in futuro, di creare una sezione dedicata ai lungo e corto metraggi.
Accanto ad eventuali retrospettive creative sul cinema tout court, il festival apre due sezioni competitive destinate esclusivamente all’immagine.
Visti da vicino, visti da lontano: concorso di video, videoart, documentari, cortometraggi e filmati con un taglio etno-antropologico (per la prima edizione accettiamo lavori senza limiti di durata e realizzati anche da oltre cinque anni)
Phototales: concorso dedicato alla foto-narrazione, saranno accettati racconti fotografici realizzati da un minimo di cinque fotogrammi con un massimo di 30.

IL ospiterà una serie di iniziative finalizzate a creare un legame tra il pubblico e le diverse realtà cinematografiche diffuse per il paese ed oltre. È previsto uno spazio in cui saranno ospitate visioni fuori concorso, presentazioni di eventi e iniziative cinematografiche, incontri e dibattiti con autori e professionisti del settore.
Saranno supportate anche iniziative di Enti, scuole, associazioni culturali o altre realtà che vorranno proporre una loro visione cinematografica. Chiunque volesse presentare la sua proposta per usufruire di questo spazio può scrivere a asso.brio@gmail.com.
L’organizzazione potrà decidere di sospendere le sezioni per cui non arrivasse materiale sufficiente e/o meritevole.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
IL è sensibile alle problematiche ambientali legate al trasporto postale per questo ha scelto come modalità di invio dei filmati esclusivamente la rete. I lavori (video o racconti fotografici) dovranno essere caricati su una piattaforma internet scelta dall’utente (dropbox, ecc.) o inviati attraverso un servizio di scambio dati (wetranfer, ecc.).
Contestualmente al caricamento online dovrà essere inviata una mail a asso.brio@gmail.com specificando l’indirizzo web da cui è possibile scaricare l’opera e allegando necessariamente ad essa:
·         la scheda di partecipazione e la liberatoria scaricabile dal sito, obbligatoriamente compilata in ogni sua parte e firmata (scansione);
·         tre immagini rappresentative dell’opera in formato jpeg con risoluzione minima 72 dpi (lato lungo 2048 pixel);
·         (facoltativa) una dichiarazione dell’Autore sul lavoro presentato al festival (max una cartella dattiloscritta);
·         (facoltativo) il link di un trailer scaricabile e/o visionabile on line, da utilizzare come promo.
L’iscrizione a IL è gratuita e senza limiti di età. Le opere e le relative schede dovranno essere inviate al festival entro la mezzanotte del 8 Dicembre 2017, pena l’esclusione.
I filmati inviati non saranno restituiti ed entreranno a far parte dell'archivio della segreteria del Festival. La direzione del Festival si riserva il diritto di promuovere e diffondere alcune opere (a suo insindacabile giudizio) anche presso altri Festival, Enti, e manifestazioni, previo avviso all’autore.
FORMATO DELLE OPERE
Le opere partecipanti a IL dovranno avere i seguenti formati:
·         i video dovranno essere inviati in formato Mpg4 o MOV, con una risoluzione di 1920 x 1080 il file caricato non dovrà superare il peso di 1 GB (per questioni organizzative, le opere di peso superiore non possono essere scaricate - l’autore è responsabile delle scelte musicali);
·         i racconti fotografici dovranno essere composti da immagini fotografiche in formato .jpg secondo la sequenza desiderata, montate in una sorta di clip con o senza musica (vedi specifiche per i video – l’autore è responsabile delle scelte musicali).

NORME GENERALI
Tutte le spese di spedizione sono a carico del partecipante.
Pur assicurando la massima cura per le opere si declina ogni responsabilità per eventuali smarrimenti o danneggiamenti da qualsiasi causa essi siano generati.
La selezione del materiale visivo verrà effettuata a insindacabile giudizio dell’organizzazione del festival, direttamente o tramite modalità da essa decisa. I vincitori delle singole sezioni verranno determinati da una giuria qualificata, nominata
dall’organizzazione stessa.
I premi verranno consegnati ai registi/fotografi presenti alla serata conclusiva del Festival o a loro persone di fiducia delegate a riceverli oppure recapitati.
Alla Direzione del Concorso spetta il giudizio finale su casi controversi e su quanto non previsto dal presente regolamento.
Con l’iscrizione al concorso, ogni singolo autore risponde del contenuto delle sue opere ed autorizza esplicitamente Associazione B.R.I.O. ad effettuare duplicazioni e proiezioni delle opere presentate, esclusivamente a fini culturali/promozionali e per la stampa.
Le opere che non rispondono ai criteri previsti dal bando o inviate senza rispettare le direttive da esso indicate verranno escluse dal concorso.
La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale del presente regolamento.
La mancata accettazione del regolamento comporterà l’automatica esclusione dal concorso.
I dati dei partecipanti servono esclusivamente per una corretta gestione organizzativa del concorso e per garantirne la regolarità. L’Ente Organizzatore garantisce che tali dati non verranno utilizzati per altri scopi e non saranno ceduti in nessun caso a terzi.

COMUNICAZIONE
Tutte le comunicazioni relative alle serate festival, orari di proiezione, e selezione dei finalisti saranno pubblicate sul sito della manifestazione e/o sulla pagina FB del festival.  I vincitori verranno avvisati personalmente per il ritiro dei premi e verrà inviata una mail a conferma della corretta iscrizione a tutti i partecipanti.

Per ulteriori comunicazioni o chiarimenti, per richiedere il bando è possibile scrivere alla mail: asso.brio@gmail.com



Chiara_Fierro©ArchivioBrio

 [English]

Organized by  Associazione B.R.I.O.
TIME TABLE: on December, 20th to 22nd, 2017
LOCATIONS: Il Bibliofilo – San Giorgio del Sannio (BN)
The final Locations and Time Table could be changed, after we close the Release. Any change will be comunicated soon as possibile.

IntimaLente is a cultural event that tends to promote cinema and visual cultures in all its forms, for this reason there are both competitive and non-competitive sections in the event.

SECTIONS
IL proposes to become the voice of documentary film with an ethnographic vocation but will not deny in the future to create a section dedicated to long and short films. Along with any creative retrospective on the cinema tout court, the festival opens two competitive sections destined exclusively to the image.
Seen up Close, Seen from Afar: contest for video, videoart, documentaries, short films and movies with an ethno-anthropological cut (for the first edition we accept works without limits of time and realized for over five years)
Phototales: a photo competition, a photo-tales where we’ll be accepted works from a minimum of 5 frames with a maximum of 30.

HOW TO TAKE PART
IL is sensitive to the environmental issues associated with postal shipment for this we chose to recive videos exclusivelyfrom the network. Works (video or photo-tales) will have to be uploaded to a user-selected internet platform (dropbox, etc.) or sent via a data exchange service (wetranfer, etc.).
At the same time loading online should be sent an email to asso.brio@gmail.com specifying the web address from which we can download the work and necessarily attaching to it:
·         the application form and the release downloaded from the site, mandatorily filled in and signed (scanning);
·         three representative images of the work in jpeg format with a minimum resolution of 72 dpi - 2048 pixels long side);
·         (no mandatory) a declaration of the author on the work presented at the festival (maximum one typewritten page);
·         (no mandatory) a link to download a trailer and/or viewable online, to use as a promo.

IL signing up is free and no age limit. The works and their cards should be sent to the festival by midnight on December 8th, 2017, under penalty of exclusion.

The movies will not be returned and will become part of the archive of the Festival office. The direction of the Festival reserves the right to promote and spread some works (in its absolute discretion) also at other festivals, organizations, and events.

FORMAT
Participating works in IL will have the following formats:
·         The videos will be posted in MPG4 format or MOV, with a resolution of 1920 x 1080 (we will not accept movies with a size less than 720 x 576), the uploaded file should not exceed the weight of 1 GB;
·         The phototales should be composed of photographic images in .jpg format numbered in the desired sequence, mounted in a sort of clip with or without music (see video specifications - the author is responsible for music choices).

RULES
·         All shipping costs are under the responsibility of the participant.
·         Although ensuring the greatest care for the works we assume no responsibility for any loss or damage from any cause they are generated.
·         The selection of visual material will be made at the discretion of the organization of the festival, either directly or through a procedure which it decided. The winners of each section will be determined by a qualified jury, appointed by the organization itself.
·         The awards will be given filmmakers/photographers present at the closing night of the Festival or their trusted people delegated to receive them.
·         The Direction of Competition has the final judgment on controversial cases and on matters not covered by this Release.Taking part in the competition, each author is responsible for the content of his work and explicitly authorizes Associazione B.R.I.O. perform duplication and screenings of the works presented, exclusively for cultural/promotional and the press.
·         The works that does not answer the conditions required in the notice or sent without complying with the directives it has indicated will be excluded from the competition.
·         Taking in the competition implies acceptance of these rules.
·         The failure to accept the Rules will result in automatic exclusion.
·         The data of the participants are used exclusively for the correct organizational management of the competition and to ensure its regularity. The Organizer guarantees that such data will not be used for any other purpose and will not be sold under any circumstances to third parties.

NOTE
All communications related to the festival, screening times, and selection of finalists will be published on the website and/or Festival FB pages. The winners will be notified by the withdrawal of the prizes and will be sent an email to confirm correct entry to all participants.

For further communication or concerns, and ask about the application you can write to the email: asso.brio@gmail.com